Scontrino RECORD in Italia: 2 turisti pagano 43 euro per 2 caffè e 2 bicchieri d’acqua

Condividi su:
  • 10
    Shares

La bellezza si paga. Star seduti a un tavolino sorseggiando un caffè e ammirare l’incredibile meraviglia di Piazza San Marco con in più un sottofondo musicale si paga tantissimo. Se ne sono accorti due turisti che arrivati in una delle piazze più belle del mondo hanno avuto l’incauto ardire di sedersi ad un tavolino di un bar.

Venezia d’estate è particolarmente presa d’assalto dai turisti di tutto il mondo che spesso purtroppo si distinguono per comportamenti ben poco civili, come i due che si sono fatti il bagno nel Canal Grande e sono stati bacchettati da un gondoliere (in basso il video di quanto successo). Una delle città più belle del mondo, uno dei nostri tesori, uno dei luoghi dove andare almeno una volta nella vita e se siete accorti visitarla non vi costerà tanto. Certo se scegliete certi bar accertatevi dei costi o di avere un portafoglio ben gonfio.

Scontrino a Venezia: conto salato per due turisti

La coppia si è seduta ai tavolini esterni del Caffè Lavena, uno dei più famosi bar di Venezia e ha ordinato due caffè e due bottigliette d’acqua da un quarto di litro. Quando è arrivato il conto l’amarissima sorpresa: 43 euro totali. A conti fatti significa 11.50 euro per un caffè e 10 euro per un quarto di litro d’acqua. Dopo aver pagato i due turisti hanno sfogato la loro rabbia sui social network con tanto di foto dello scontrino incriminato. E in tanti hanno espresso la loro indignazione per un conto che appare davvero esagerato.

Contatti dal Corriere del Veneto i gestori del caffè hanno risposto: “Si scandalizzano al momento del conto perché non ci ascoltano quando consegniamo il menù. Eppure lo diciamo chiaro: i prezzi per chi si siede al tavolo sono maggiorati . Ma in tanti ci liquidano con un gesto e se insistiamo c’è anche chi si offende”. “Chi vuole semplicemente bere un caffè può farlo al banco -continuano i gestori – e pagare solo un euro e venti centesimi. Se si decide di sedersi, godersi la musica dell’orchestra, guardare il campanile e la basilica di San Marco, si paga per un’esperienza diversa. E’ così ovunque, in tutte le città d’arte del mondo”.

E’ vero il lusso si paga e stare seduti in un salotto come Piazza San Marco, unico al mondo, è un enorme lusso. E tutti sappiamo bene che sedersi ai tavolini di un bar e usufruire quindi del servizio comporta un sovrapprezzo. Tra l’altro i prezzi del Caffè Lavena sono chiaramente esposti. Il problema infatti non è il fatto che i due turisti non sapessero, il problema non è accusare di presunto inganno, il problema è se è moralmente accettabile rincarare così tanto un caffé e un’acqua da 25 ml.


Condividi su:
  • 10
    Shares